FIM e-Power Imola : Thomas Betti Campione del Mondo al termine di una gara fibrillante che ha visto il suo rivale Thijs de Ridder vincere e ridurre sino ad un punto il suo svantaggio.

29 settembre 2010
.
.
Sul Circuito Enzo e Dino Ferrari si è svolta l‘ultima tappa del campionato mondiale FIM e-Power che vedeva contendersi la corona mondiale fra il nostro portacolori Thomas Betti e il Belga Thijs de Ridder .
Se da una parte Thijs de Ridder e il team Crystalyte sono stati perfetti dominando l’intero week end lo stesso non si può dire per il team rivale Betti Moto , che nelle libere aveva cominciato con il piede giusto ma poi si è complicato la vita con scelte tecniche errate nelle qualifiche e gestionali nella gara.
.
La Cronaca:
Subito un colpo di scena sullo schieramento in pit-lane le due moto del Team BettiMoto si allineano in ritardo per tanto dovranno scontare un drive through e la gara ,che si svolge in sole 6 tornate ,sembra ormai compromessa .
Durante la prima tornata entrambe le moto della squadra proveniente da Pennabili entrano nella corsia dei box a velocità limitata e scontano la loro penalità , da adesso in poi Thomas Betti deve dare il massimo per recuperare gli oltre 20 secondi di distacco nei confronti del suo primo avversario Stefano Scrocchi su Munch Racing che gli consentirebbe di raggiungere il quarto posto e la vittoria , se pur per un singolo punto , del campionato.
Inizia cosi una rimonta furibonda fatta di giri record in cui la moto 115 e il suo centauro riescono incredibilmente a recuperare tutto lo svantaggio , oggi la Torpedine evo viaggia su ritmi dei primi ben 12 secondi migliore rispetto ai tempi fatti segnalare nelle prove a quanto pare il lungo lavoro della squadra soprattutto di Luciano Betti ha dato i suoi frutti, nel frattempo il duello per la prima posizione è tutto fra Thjis de Ridder e Mathias Himmelmann con quest’ultimo autore del giro record , dietro di loro Christian Amendt con la epo-bike.de sempre più competitiva.
A due giri dal termine la epo-bike.de passa sul traguardo avvertendo dei cali di potenza repentini che al giro seguente la costringono al ritiro. Così Thijs de Ridder vince in volata su Matthias Himmelmann con l’altra Munch Racing di Stefano Scrocchi a chiudere il podio e precede il primo campione del mondo FIM e-Power della storia Thomas Betti. Il team Munch invece si aggiudica il titolo costruttori.
.
Tripudio ad Imola per la vittoria di un Italiano con gli oltre 70’000 spettatori che acclamano il loro campione . Avrebbero potuto gestire meglio il loro vantaggio ma forse il destino ha voluto che questa vittoria fosse speciale fino all’ultimo secondo del resto :
Sono le condizioni peggiori a rendere le cose straordinarie.
.
Video highlight gara by motoelettriche:
.
Gallery By motoelettriche:

.
Al traguardo:
1) 22 De Ridder T. (BEL) DR Motors 14’40.898 (121,033 kph)
2)  49 Himmelmann M. (GER) Munch Team 0.703

3)  36 Scrocchi S. (ITA) Munch Team 1’22.608
4)  115 Betti T. (ITA) Betti Moto Torpedine 1’45.887

RIT  38 Betti L. (ITA) Betti Moto Torpedine
RIT  17 Amendt C. (GER) Epo-Bike.de

.

Intervista audio al Campione del Mondo e-Power Thomas Betti by altarimini.it :

.

Rassegna stampa :
.
.
.
.
.
Sito ufficiale FIM e-Power: http://www.fim-live.com/
.


TTXGP EU Assen : Michael Weynand e Alessandro Brannetti si dividono le due manche.

29 settembre 2010
.
.
Dopo una qualifica che ha visto dominare Alessandro Brannetti con la sua eCrp 2.0 e il non proprio fortunato debutto del nuovo team Campus Automotive guidato Michael Weynand in difficoltà per problemi tecnici , le due manche che seguivano si preannunciavano molto combattute.
Al via di gara 1 scatta bene Brannetti col la sua CRP subito dietro di lui si piazza il debuttante Michael Weynand con la sua R6 convertita , la chiave del mach è avvenuta a due giri dal termine quando il pilota italiano ha cominciato ha perdere potenza sulla sua moto e non ha potuto far altro che conservare la sua seconda posizione fino al traguardo e lasciare sfilare Michael .
Nella gara 2 invece Brannetti e il suo team sembrano aver imparato molto dalla loro prima esperienza e infatti il suo passo è notevolmente superiore rispetto a gara uno facendo registrare anche il giro record al secondo dei sette giri previsti ed infliggendo al traguardo un distacco di ben 9 secondi al primo avversario incredibilmente il debuttante Michael Waynand.
.
Note & curiosità:
Il TTXGP EU è riuscito , grazie anche all’appoggio delle squadre che hanno corso nel campionato UK , il livello delle moto fra di loro è molto simile e questo favorisce lo spettacolo mentre una curiosità viene dal cuore delle moto cioè il motore infatti la griglia è stata letteralmente dominata dai motori anglo indiani Agni montati su 5 moto su 5 .
La CRP si è fatta attendere molto ma ne è valsa la pena , il duo Brannetti – eCrp sembra già in sintonia e ne vedremo delle belle anche ad Brands Hatch .
Il team Agni Motors ufficiale ha riscontrato un grave problema di affidabilità , con la moto di Rob Moon che ha riscontrato un rigonfiamento delle sue batterie nel case e per ragioni di sicurezza gara 2 è saltata.
.
Risultati :
.
Gara 1.
1)Michael Weynand -Campus Automobile – 14:42.968
2)Alessandro Brannetti- eCRP Racing – 14:45.778
3)Pete Ward- Electric Hussars- 15:29.284
4)Rob Moon- Agni Motors- 15:36.274
5)Ivanov Alexey- SMP Racing- 14:49.259 (6 giri)
.
Gara 2.
1)Alessandro Brannetti-eCRP Racing- 14:21.289 (giro 2 record 2:01.218)
2)Michael Weynand- Campus Automobile- 14:30.536 (giro 4 record 2:02.821)
3)Pete Ward- Electric Hussars- 15:35.626
4)Ivanov Alexey- SMP Racing- 15:55.031
Rob Moon- Agni Motors non partente.
TT Circuit Assen: 4.542km (7 Giri)
.
Gallery:

.

sito ufficiale TTXGP: http://www.egrandprix.com/

.


FIM e-Power Imola: Prime prove libere a Thijs de Ridder!

25 settembre 2010

.

.

Le prime prove libere sul tracciato emiliano si sono svolte in condizioni umide ma non hanno scalfito minimamente le prestazioni delle moto in pista infatti Thijs de Ridder , team Crystalyte , si è issato davanti a tutti con 1 secondo e mezzo di vantaggio sul secondo, vincitore della gara di Magny Cours , Matthias Himmelmann su Munch team e sei secondi su Thomas Betti su Torpedine evo ,mentre la quarta posizione va a Christian Amendt con il suo team epo-bike.de . Interessante vedere Stefano Scrocchi, team Munch , in pista visto che solo poche settimane fa la sua moto aveva subito la pesante rottura delle batterie.

Cercheremo di aggiornare il post con le foto e i tempi delle qualifiche per ora queste sono le prime foto.

Gallery by FIM:


Tempi prime libere :

1. Thijs de Ridder (Crystalyte Europe.com) 2’34.996

2. Matthias Himmelmann (Münch Team) 2’36.361

3. Thomas Betti (Betti Moto) 2’40.693

4. Christian Amendt (Epo-Bike.de) 2’42.095

5. Luciano Betti (Betti Moto ) 2’46.330

6. Stefano Scrocchi (Münch Team) 2’59.082

.

sito ufficiale FIM e-Power : http://www.fim-live.com/

.


Destination Imola!

24 settembre 2010

.

.

Questo week end motoelettriche seguirà in esclusiva il gran premio di Imola teatro dell‘ultimo appuntamento FIM e-Power. Ci Saranno servizi ,foto esclusive e tante altre novità!
Per ora registriamo una new entry cioè il pilota professionista superstock e supersport Massimo Roccoli che sarà alla guida di una terza Betti Moto evoluzione; mentre per quanto riguarda il team Munch , che in un primo momento sembrava dovesse assentarsi per partecipare al TTXGP EU di Assen,  è ora invece confermata la loro presenza sul circuito Emiliano.
.
Un ringraziamento speciale va a Christian Amendt della squadra tedesca epo-bike.de che ci ha concesso di vivere questa magnifica esperienza.
.
.
Programma eventi del week end:
http://www.autodromoimola.com/pdf/WSBK-2010-IMOLA-Event-Schedule.pdf
Lista iscritti FIM e-Power:
http://www.autodromoimola.com/pdf/FIM_ePower_Imola_%20Participants.pdf
.
sito ufficiale FIM e-Power: http://www.fim-live.com/
.

CRP Racing comunica il suo pilota ufficiale!

21 settembre 2010

.

.

Alessandro Brannetti sarà il primo pilota a portare in competizione una moto elettrica del gruppo CRP e speriamo sia il primo di una lunga storia.

La scorsa settimana BrannettiRoberto Locatelli si sono avvicendati nel testare la eCrp 1.2 e la Moto2 ADV AT02-3.0 sul circuito del Mugello. Per l’occasione sono anche scattate le prime foto ufficiali con il centauro marchigiano . L’appuntamento per il debutto è previsto questa domenica ad Assen teatro della prima prova, di due totali, del TTXGP EU .

Scheda Pilota by Crp-Racing:

Alessandro Brannetti inizia a soli 8 anni con il Campionato Minimoto Italiano, di cui è il vincitore, dimostrando già a quell’età di andare forte, come dichiara l’amico Valentino Rossi in una intervista alla Rai di diversi anni fa.

Brannetti nel corso degli anni arriva poi alla MotoGP 125, oltre al campionato europeo Superstock e da dicembre 2009 è anche il tester del progetto Moto2 di ADV, di cui ha potuto apprezzare i  prototipi prodotti fino ad ora.

Gallery test Mugello by CRP Group:

.

Sito ufficiale Crp-Racing: http://www.crp-racing.com/portal/

.


Team SWIGZ.COM : Chip Yates sui progressi della sua creatura! [Aggiornamento : Primo video della prova su banco!]

16 settembre 2010

.

.

Abbiamo già parlato della Swigz.com , squadra fondata da Chip Yates ex pilota AMA Supersport. La loro moto, che promette prestazioni e tecnologia al di fuori dell’ordinario, sorge su un telaio Suzuki GSX-R750 e grazie alla tecnologia all’avanguardia fornita dagli ingegneri ( ex ricercatori aerospaziali ) e dagli sponsor\partner promette tempi sul giro eguali ad una 600 cc. In passato il progetto è stato rallentato a causa della mancata reperibilità di batterie adeguate ad alimentare il poderoso motore Brushless con prestazioni simili ad una SBK .

E’ notizia di pochi giorni fa che la squadra ha finalmente reperito delle celle adatte e ci sarà molto probabilmente un annuncio al The Battery Technology Expo di Ottobre.

Grazie ad ulteriori dati forniti analizziamo il quadro prestazionale della moto made in Orange County :

Il motore è un gigantesco brushless raffreddato a liquido della UQM che eroga una potenza di picco di 145 kw circa 194 cv e una coppia di 295 ft/lbs s circa 398,25 Nm , alimentato in corrente continua produce 85 KW circa 115 cv, il suo peso è contenuto in 110 lbs circa 50 kg . Per fare un raffronto , il motore della Motoczysz pesa 35 kg ed eroga 340 Nm di coppia con una potenza di 75 kw circa 100 cv .                       Si stanno testando nuove batterie prismatiche agli ioni di litio da 11 kw per un peso di circa 175 lbs 79,38 kg e sembra che la loro collocazione non sarà ardua come con le precedenti celle.                 Le precedenti celle acquisite , le cinesi Headway , per un costo di 7600 dollari sono state scartate dal team perché non ottemperavano alle potenze prestabilite e udite udite ! troppo grandi , quindi impossibili da collocare nella moto. Come possa essere incappata in un errore simile una tale squadra è un mistero ma se trovate stravagante questo dettaglio aspettate di sapere una delle soluzioni che Chip e i suoi hanno in escogitato per ovviare: ……………………… Chip = ” Abbiamo anche un secondo pacco batterie a base di cellule Headway cinese che utilizziamo per banco e il collaudo statico montato su un rimorchio mobile che si può anche trainare dietro la superbike! ” Avete capito bene una possibile soluzione sarebbe aggiungere un carrello alla moto colmo di batterie sufficienti a farla correre al massimo delle prestazioni”.                                            La moto in totale dovrebbe pesare 585 lbs circa 265,35 kg mentre secondo informazioni in nostro possesso la Motoczysz peserebbe circa 240 kg ma dotata di un motore con prestazioni inferiori di circa – 70 kw con se invece delle batterie con potenze superiori con quasi 2 kw in più.

L’arma segreta!

L’arma segreta di questo team e che nessun altro fino ad ora dispone è un sofisticato Kers ( in attesa di brevetti ) montato sulla ruota anteriore ,capace secondo le simulazioni di recuperare fino al 50 % della potenza totale della moto; per quest’ultimo è stata studiata una forcella dedicata della Ohlins che è partner swigz . La centralina Motec montata sulla moto numero 89 ,già utilizzata da squadre di superbike capace di memorizzare vari circuiti (curve, pendenze, gradi ecc…) ed interfacciarsi con il kers imputandogli quanti C’ di ricarica assorbire a seconda delle condizioni delle batterie.

Il costo totale dell’opera ? “Circa 147 mila dollari di cui il 10 % versato dal fondatore e il restante dai partner .” Chip ha già pagato la quota di iscrizione al TTXGP North America (3000 $) credendo di poter debuttare quest’anno ma ,come tutti sappiamo, a causa dei noti inconvenienti non vi è stata nessuna presenza ,per tanto fa sapere che l’appuntamento per il debutto della moto in gara è rimandato per il prossimo anno sui teatri e-Power e TTXGP.

.

.

Fonte Chip Yates  SWIGZ.COM

.



FIM e-Power Magny Cours : Strike di Himmelmann che vince anche la gara!

11 settembre 2010

.

.

Matthias Himmelmann fa strike sul circuito di Magny Cours centrando pole , vittoria e giro veloce, segno che la nuova moto , che ha regalato anche la prima vittoria alla squadra tedesca, è nata bene , dietro di lui si è piazzato Thijs de Ridder con il team Crystalyte che è riuscito a risolvere i guai affetti ad uno dei due motori Agni montati sulla loro DR Motors , terzo il capo classifica Thomas Betti che questa volta ha avuto al suo fianco un avversario in più cioè il quarto classificato Christian Amendt con la sua Honda del team epo-bike.de che grazie a recenti aggiornamenti ha trovato competitività.
Da segnalare il ritiro ,causato da guai al motore, nel corso del primo giro dell’altra Betti Moto guidata da Luciano Betti e della mancata partenza di Stefano Scrocchi , secondo pilota del team Munch , causato da problemi di carica della sua moto.
.
Considerazioni:
Il team Munch ha dominato il week end francese grazie alla nuova moto ,dalle foto sembra molto curata nell’aspetto aerodinamico, quando sapremo di più sugli aspetti tecnici ne parleremo in un articolo dedicato,  dietro di loro non molto distante si è classificato il team Crystalyte che dimostra di avere una moto molto competitiva anche se i motori AGNI stanno dando molti problemi di affidabilità ovunque ed è un aspetto che tutte le squadre devono considerare , la Torpedine classificata terza del team BettiMoto è arrivata ormai al termine del suo sviluppo e infatti ha preso molto distacco dalle prime due dotate di uno sviluppo più recente mentre ciò che stupisce è la epo-bike che fino poche settimane fa subiva distacchi nell’ordine di 1 giro e anche oltre dagli altri concorrenti e ora si ritrova a viaggiare con tempi interessanti vedendo i suoi distacchi contenuti.
Manca ormai una sola gara al termine del campionato mondiale FIM e-Power con Thomas Betti in testa alla classifica di 13 lunghezze su Thijs de Ridder , la prossima gara sarà proprio in casa del capo classifica ad Imola teatro anche del campionato mondiale SBK.
.
Classifica ufficiale campionato aggiornata a Magny Cours pdf. : Classifica
.
Gallery by FIM :

.
Classifica al traguardo:

1) – 49- Himmelmann Mathias – Team Munch – 15:31.231

2) – 22 – De Ridder Thijs – Team Crystalyte – 15:34.244  + 3.013

3)  – 115 – Betti Thomas – Betti Moto – 16:21.845 + 50.614

4) – 17 – Christian Amendt – Honda Epo-bike – 16:29.583 + 58.352

Rit.

5) – 38 – Betti Luciano – Betti Moto – 3:15.431

6) – 36 – Stefano Scrocchi – Team Munch – XXXXX

.

Sito Ufficiale e-Power : http://www.fim-live.com/
.