FIM e-Power Imola : Thomas Betti Campione del Mondo al termine di una gara fibrillante che ha visto il suo rivale Thijs de Ridder vincere e ridurre sino ad un punto il suo svantaggio.

.
.
Sul Circuito Enzo e Dino Ferrari si è svolta l‘ultima tappa del campionato mondiale FIM e-Power che vedeva contendersi la corona mondiale fra il nostro portacolori Thomas Betti e il Belga Thijs de Ridder .
Se da una parte Thijs de Ridder e il team Crystalyte sono stati perfetti dominando l’intero week end lo stesso non si può dire per il team rivale Betti Moto , che nelle libere aveva cominciato con il piede giusto ma poi si è complicato la vita con scelte tecniche errate nelle qualifiche e gestionali nella gara.
.
La Cronaca:
Subito un colpo di scena sullo schieramento in pit-lane le due moto del Team BettiMoto si allineano in ritardo per tanto dovranno scontare un drive through e la gara ,che si svolge in sole 6 tornate ,sembra ormai compromessa .
Durante la prima tornata entrambe le moto della squadra proveniente da Pennabili entrano nella corsia dei box a velocità limitata e scontano la loro penalità , da adesso in poi Thomas Betti deve dare il massimo per recuperare gli oltre 20 secondi di distacco nei confronti del suo primo avversario Stefano Scrocchi su Munch Racing che gli consentirebbe di raggiungere il quarto posto e la vittoria , se pur per un singolo punto , del campionato.
Inizia cosi una rimonta furibonda fatta di giri record in cui la moto 115 e il suo centauro riescono incredibilmente a recuperare tutto lo svantaggio , oggi la Torpedine evo viaggia su ritmi dei primi ben 12 secondi migliore rispetto ai tempi fatti segnalare nelle prove a quanto pare il lungo lavoro della squadra soprattutto di Luciano Betti ha dato i suoi frutti, nel frattempo il duello per la prima posizione è tutto fra Thjis de Ridder e Mathias Himmelmann con quest’ultimo autore del giro record , dietro di loro Christian Amendt con la epo-bike.de sempre più competitiva.
A due giri dal termine la epo-bike.de passa sul traguardo avvertendo dei cali di potenza repentini che al giro seguente la costringono al ritiro. Così Thijs de Ridder vince in volata su Matthias Himmelmann con l’altra Munch Racing di Stefano Scrocchi a chiudere il podio e precede il primo campione del mondo FIM e-Power della storia Thomas Betti. Il team Munch invece si aggiudica il titolo costruttori.
.
Tripudio ad Imola per la vittoria di un Italiano con gli oltre 70’000 spettatori che acclamano il loro campione . Avrebbero potuto gestire meglio il loro vantaggio ma forse il destino ha voluto che questa vittoria fosse speciale fino all’ultimo secondo del resto :
Sono le condizioni peggiori a rendere le cose straordinarie.
.
Video highlight gara by motoelettriche:
.
Gallery By motoelettriche:

.
Al traguardo:
1) 22 De Ridder T. (BEL) DR Motors 14’40.898 (121,033 kph)
2)  49 Himmelmann M. (GER) Munch Team 0.703

3)  36 Scrocchi S. (ITA) Munch Team 1’22.608
4)  115 Betti T. (ITA) Betti Moto Torpedine 1’45.887

RIT  38 Betti L. (ITA) Betti Moto Torpedine
RIT  17 Amendt C. (GER) Epo-Bike.de

.

Intervista audio al Campione del Mondo e-Power Thomas Betti by altarimini.it :

.

Rassegna stampa :
.
.
.
.
.
Sito ufficiale FIM e-Power: http://www.fim-live.com/
.

Annunci

2 Responses to FIM e-Power Imola : Thomas Betti Campione del Mondo al termine di una gara fibrillante che ha visto il suo rivale Thijs de Ridder vincere e ridurre sino ad un punto il suo svantaggio.

  1. Carlo Giulietti ha detto:

    Complimenti a Thomas Betti!!
    Una riflessione: okay, i due campionati elettrici (TTX e E-Power FIM) sono un’assurdità, ma durante questa stagione si è capito che la TTX non avrà alcuna possibilità di organizzare un campionato allo stesso livello di quello FIM… Le E-Power hanno corso a Le Mans (70 mila spettatori), Bol D’Or (100 mila spettatori), Laguna Seca (65000 spettatori e la copertura mediatica della MotoGP, vedi i servizi dedicati da Italia1 e Gazzetta dello Sport a Betti) e a Imola (69.000 spettatori)… La TTX invece corre davanti a..nessuno.. e il campionato italiano (tanto caldeggiato dalla FMI) è saltato. Anche come iscritti non c’è vantaggio: ad Imola erano sei piloti, ma Assen per il TTX Europe…quattro. Quindi? Il TTX è segnato…

    • motoelettriche ha detto:

      Ciao Carlo , i due campionati hanno entrambe dei difetti e dei pregi , ad esempio L’e-Power non ha l’impronta mediatica-organizzativa del TTXGP ma quest’ultimo pecca nei sistemi di incentivazione cosa che invece il campionato FIM amministra egregiamente.
      Gli spettatori che hai segnalato , aimè credo che l’e-Power li abbia ereditati dalle altre manifestazioni in contemporanea vedi : Motogp a Laguna , SBK ad Imola , 24 ore a Le Mans ecc…
      Credo che la guerra dei numeri spiccioli delle griglie elettriche faccia male solo allo sport e più specificatamente ai team per questo si auspica un unico campionato con i pregi logistici-mediatici del TTXGP e incentivanti dell’e-Power!
      Presto affronteremo questo in un articolo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: