Schleiz FIM e-Power : il team Munch domina con 3 moto sul podio e la CRP va in fiamme!

25 maggio 2011
.
.
In un week end giallo come le colline ricoperte dai fiori di Colza del suggestivo tracciato tedesco la squadra di casa Munch ha dominato letteralmente la gara aggiudicandosi l’intero podio mentre la Crp registra il primo ritiro per un problema tecnico.
Sin dalle qualifiche la Crp ha sofferto degli sbalzi di temperatura del clima oltre alpino patendo un distacco dalla concorrenza di oltre 1 secondo , la squadra tedesca ha approfittanto della gara di casa per sfoderare altre due moto finite di allestire appena la notte precedente ; una delle quali la ricorderete bene perché è la XXL-Racing team che arrivò seconda al TT’ 09 .Questi sono i risultati delle qualifiche.
.
Qualifiche :
1) 49 Matthias Himmelmann – Munch team – 1:42:379
2) 44 Alessandro Brannetti – CRP Racing – 1:43:526
3) 36 Thomas Mertens- Munch team – 1:54:233
4) 18 Alexander Schulz – XXL-Racing Team – 1:56:834
.
La Cronaca:
Ottima la partenza di Brannetti che si porta in testa al primo giro seguito da un tattico Himmelmann, distaccati invece i due debuttanti Mertens e Shulz . Il duello a suon di giri record fra l‘italiano e il tedesco continua fino al terzo giro poi Brannetti a causa delle fiamme generate da uno dei due motori Agni montati sulla e-Crp 1.4 è stato costretto a fermarsi e ritirarsi . La gara ha proseguito con un solitario Himmelmann che conduceva con oltre 22 secondi su Mertens e Shulz ; mentre all’ottavo giro il numero 49 si concede anche il lusso di segnalare il giro più veloce in gara segno di grande competitività della sua moto. I problemi di gestione della batteria sofferti da Shulz non gli impediscono di arrivare al traguardo e di completare il podio tutto Munch team.
.
Conclusioni:
Ancora un problema di affabilità impedisce il duello fra la casa italiana CRP-racing e quella tedesca Munch ma questa volta ha patirne le conseguenze è stata proprio la nostra portacolori costretta a ritirarsi a causa della rottura dei tanto discussi motori Agni.
Sono accadute diverse rotture di motori Agni nelle competizioni ma fino ad ora non era mai successo che andassero in fiamme e se colleghiamo questo al “momentaneo” ritiro dalle competizioni della casa madre che li produce questi si possono tradurre come chiari segni di un ormai difficilmente colmabile gap tecnologico dei motori brushed rispetto a quelli che ad esempio equipaggiano il team Munch e tutte le squadre attualmente più competitive.
La Crp soffre ormai dal debutto di una minore potenza rispetto alla concorrenza anche per via di una diversa scelta filosofico-progettuale ma ,mentre i suoi avversari diretti come il team Munch riescono ad aumentare le loro prestazioni ed a diminuire il peso complessivo lavorando su upgrade e raffinazioni dei componenti , la tecnologia dei motori a spazzole angloindiani utilizzata dalla casa modenese non offre la stessa possibilità di incremento prestazionale perché è ormai da due anni che non riceve aggiornamenti .    
Sappiamo che CRP ha in mente per il futuro di sostituire questi componenti ma il team Munch è in testa di 20 punti e il campionato offre solo altri 3 appuntamenti per recuperare il distacco senza contare l‘esiguo numero dei partecipanti alle gare che potrebbero inserirsi fra le squadre contendenti e determinarne così una maggiore perdita di punti in classifica. La strada per una rimonta si prospetta molto ardua per Brannetti anche se arrivassero sviluppi alla eCrp 1.4 capaci di fargli vincere tutte le gare fino al termine.
.
Il prossimo appuntamento del campionato FIM e-Power sarà a Laguna Seca il 23 Agosto che ricorderete lo scorso anno è stato teatro del duello al fulmicotone fra la Motoczysz e la Lightning e inoltre grazie collaborazione fra FIM e TTXGP si potrà contare su tutti i maggiori team al mondo.
.
Classifica al traguardo:
1) 49 Matthias Himmelmann – Munch team

2) 36 Thomas Mertens- Munch team
3) 18 Alexander Schulz – XXL-Racing Team
..
Gallery by FIM:

.
Gallery by CRP-racing:
.
video del week end Crp-racing:
.
.
.
sito ufficiale FIM e-Power : http://www.fim-live.com/





Infineon Raceway : Il primo grande evento elettrico dell’anno! [Aggiornamento!]

13 maggio 2011

.

.

Questo week end sul circuito Californiano Infineon Raceway si svolgerà la prima tappa del TTXGP USA teatro lo scorso anno del duello Lightning VS ZeroAgni .
Molte nuove moto faranno il debutto in gara queste le schede dei team partecipanti:
.
Mission Motors
La Mission Motors farà debuttare in pista il suo nuovo gioiello Mission R che vanta il record per quanto riguarda la capacità di accumulo del pacco batterie con 14,4 kwh ,un motore ad Induzione da ben 141 CV il tutto racchiuso nel peso di 247 kg ad appena 3 kg dal peso limite consentito.
.
Brammo
Dopo un anno di digiuno è pronta finalmente per la pista la Empulse RR , la moto ha caratteristiche diverse rispetto alle altre concorrenti come il suo peso intermedio di circa 213 kg , la sua modesta potenza di 80 hp e il suo pacco batteria con un’ottima capienza da ben 12 kwh collocato parallelamente al telaio bitrave in alluminio ; per questo per vincere potrà giocare la carta dell’agilità . La moto è già stata testata in diverse occasioni l’ultima delle quali appena una settimana fa dalla rivista MotoUsa ,cui reporter-giornalista guiderà la moto in gara, però c’è da segnalare un altro problema al motore Brushless sincrono realizzato dalla Parker che alla richiesta di massima potenza ha subito una smagnetizzazione dei magneti ,medesimo problema avvenuto nel FIM e-Power di Laguna seca mentre invece pochi giorni fa è avvenuto il secondo test proprio sulla medesima pista teatro della prima gara TTXGP USA  e le cose sono andate decisamente meglio con varie simulazioni gara all’80% e 95% della potenza massima che hanno evidenziato un passo con tempi sul giro nell’ordine del record fatto segnalare un anno fa dalla Zero Agni , l’unico inconveniente riscontrato è un ritardo al richiamo del gas non appena selezionato il 100% della potenza ma la Brammo assieme alla Parker sta lavorando alacremente per risolverlo ed essere al massimo in gara.
.
Gallery test MotoUsa.
.
.
Video test MotoUsa:
.
.
.
Lightning
La campionessa dello scorso anno per questa stagione raddoppia e si presenta con due moto la prima affidata al campione in carica Michael Barnes la seconda a Mike Hannas ex team electricracebikes.com . La nuova moto abbandona il vecchio motore ad induzione della Evo 1 per sposare un moderno Remy da ben 200 cv  molto simile a quello montato sulla Motoczysz .Da segnalare anche un dimagrimento di 150 lbs circa 78 kg e quindi un aumento di potenza del motore rispetto alla passata “Flying Banana” di 50 cv. Dalle immagini pare che sia stata adottata una soluzione con motore posizionato anteriormente al forcellone posteriore i cui coperchi con funzione da fulcro portante si diramano fino a collegarsi alla restante parte del telaio.
.
Gallery concept e test al banco by Asphalt&Rubber:
.
.
Nella Formula 75 limitata a 7,5 kwh di batteria il team Electra ha un netto vantaggio tecnico.
.
Moto Electra
Il team che compete con una moto nata su un vecchio telaio della Norton Electra ha mostrato un grande potenziale e per questo non cambia la sua filosofia di base ; per il campionato 2011 ha ulteriormente raffinato la sua moto; a detta del suo creatore Brian i problemi avuti in passato di affidabilità e dello scarso angolo di piega sono stati risolti . La moto è stata totalmente ricostruita , persino il telaio è nuovo mentre sono aggiornati i componenti che ci tengono a precisare esser completamente commerciali ; Il motore è sempre un brillante AC-20 ad Induzione da 50 cv rivisto e potenziato mentre ora le batterie hanno una fissa dimora fra i tralicci saldati ad hoc e per evitare che esse impediscano alla moto di raggiungere angoli di piega consoni alle gare le sospensioni sono state sollevate , per il resto c’è stato una lavoro di massimazione con nuovi ammortizzatori , cerchi e freni. Nuova la livrea quest’anno all’insegna del nero e oro.
.
Gallery by evmc2.wordpress.com :
.
.
Gli altri contendenti vale a dire La ProtoMoto e il team Volt sono team molto amatoriali di cui si sa poco sulle nuove moto e quindi dal livello visto lo scorso anno in gara si hanno scarse speranze che possano competere con i Big. Sarà la gara ha parlare per loro.
 

La Chiave del week end sarà l’Affidabilità.
.
Grande spiegamento di piloti esperti provenienti dai campionati nazionali USA quindi dal punto di vista della competitività e soprattutto dello spettacolo ne vedremo delle belle ,mentre l’unico forte dubbio che riecheggia è l’affidabilità ; infatti la Mission Motors così come la nuova Lightning , la rivista Moto Electra sono a chilometri zero e l’unica eccezione sembra essere la Brammo che come abbiamo detto però ha subito dei guai di affidabilità al motore che si spera siano stati risolti con un aggiornamento che Parker ha portato e testato proprio pochi giorni fa  e questo può essere un vantaggio notevole quantomeno sui setting. 
.
Sponsor & Assenti.
.
Quest’anno il Gp Americano e tutta la serie TTXGP avrà un importante sponsor . La casa produttrice made in Usa di batterie ai Nanofosfati di litio A123 system dopo aver stretto in precedenza un accordo con la Mavizen per la fornitura di celle elettriche ha deciso di sponsorizzare anche tutto il campionato forte soprattutto dell’esperienza maturata nel mini RC e dalla vittoria ottenuta lo scorso anno con la fornitura al team Lightning . Nel secco comunicato si dichiara la volontà di sperimentare nel racing elettrico a due ruote le batterie del futuro e così facendo di incrementare le prestazioni delle moto che in questo momento si avvalgono di batterie provenienti da aziende asiatiche con poche certezze di affidabilità sul prodotto.
Fra i grandi assenti dobbiamo citare: la Motoczysz che come lo scorso anno farà debuttare la nuova moto 2011 al TT Zero dell’Isola di Man, lo squadrone Agni che forse pecca di un gap tecnologico dei suoi motori a spazzoleinfine la Swigz.com che come abbiamo già anticipato non potrà partecipare alle competizioni elettriche a causa del suo eccessivo peso ma comunque nello stesso giorno si rifarà partecipando al Pikes Peak.
.
Aggiornamento* = La Mission Motors rinuncia alla partecipazione alla gara a causa dei pochi test effettuati ma la Mission R sarà esposta presso il circuito per sostenere la serie TTXGP. Forse era più cortese annunciarlo prima? Sono due anni che La Mission Motors non si presenta alle competizioni ; era infatti il lontano 2009 quando debuttò la Mission One sull’isola di Man che arrivò al traguardo solamente quarta.
.
La Brammo presenta la livrea della Empulse RR rispolverando il verde della casa ed aggiungendo delle punte di bianco-carbonio e giallo fosforescente tipiche del pilota .
.
Gallery Brammo Empulse RR:
.
 
.
sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/
.

FIM e-Power Magny Cours : Il Video della gara!

30 aprile 2011

.

Questo è il video che riassume in pochi minuti la prima gara FIM e-Power svolta a Magny Cours e vinta dal duo tutto italiano Brannetti-CRP . Da notare la forte vena tattica della competizione ; essendo in pratica solo due team che potevano contendersi la gara CRP-Racing e Munch team alla partenza entrambi hanno proceduto al piccolo trotto per gestire poi l’ascesa dell’avversario. La casa modenese ha messo a segno un bel colpo a Magny Cours pista con lunghi rettifili e quindi ostica per la eCRP 1.4 infatti nel video si evidenzia la facilità con la quale Himmelmann in accelerazione riesce ad agguantare BrannettiAl minuto 2.20 l’improvviso problema tecnico ferma Himmelmann e quindi le sue possibilità di vittoria ,mentre non pervenuta la nuova squadra spagnola LGN da segnalare solo l’alta silenziosità della moto.

.
sito ufficiale FIM e-Power: http://www.fim-live.com/
.

Fim e-Power Magny Cours : Prima vittoria della CRP nella serie FIM problemi di affidabilità invece per Himmelmann!

16 aprile 2011

Buona la prima, così il team di Modena è riuscito a conquistare una gara nella serie e-Power dimostrando tutta la sua esperienza nel racing. Stavolta oltre all’estro di Brannetti ha pagato anche l’affidabilità impeccabile della eCRP 1.4 che vanta anche i migliori crono. Non si può dire lo stesso per il team Munch che dopo le incredibili prestazioni in qualifica non ha saputo concretizzare in gara .

La cronaca.

Scatta bene subito l’italiano che si piazza in testa al primo giro seguito a ruota da un guardingo Himmelmann subito distaccato invece lo spagnolo del team LNG, al secondo giro Himmelmann prova l’attacco e tenta di spingere ma Brannetti non molla , al terzo giro la gara è praticamente conclusa con Himmelmann che rallenta vistosamente per problemi di affidabilità alla sua TTE ed Alessandro Brannetti si invola verso la sua prima vittoria nella serie e-Power . Himmelmann nonostante i problemi riesce a girare sempre con tempi migliori del terzo e new entry Marcelino Manzano e conserva la sua seconda posizione mentre un solitario Brannetti taglia il traguardo in prima posizione.

Conclusioni.

Siamo certi che i duelli fra i due team non termineranno qui e fino alla fine del campionato ne vedremo delle belle certo forse con qualche new entry in più e quindi con una migliore campagna tempestiva e mediatica sui calendari delle gare si saprebbe potuto fare di meglio o quantomeno non perdere ¾ delle squadre che partecipavano lo scorso anno, ma per ora a detta della FIM la qualità c’è e per loro è quello che conta. Un peccato per gli appassionati e gli addetti ai lavori. La nuova squadra spagnola LNG racing team ,come abbiamo precedentemente detto, ha mostrato innovazioni dal punto di vista telaistico ma è in dubbio la sua reale capacità di battagliare con i primi.

Il prossimo appuntamento è a Schleiz in Germania il 14-15 Maggio casa del team Munch  .

Classifica al traguardo:

1) – 44 – BrannettiAlessandro – CRP Racing (ITA)            13:34.794 6 laps

2) – 49 – Mathias Himmelmann – Munch Racing (GER)       16:09.021 6 laps

3) – 7- Manzano Marcelino – LNG Racing (SPA)              17:39.737 6 laps

Gallery by FIM:

.

sito ufficiale FIM e-Power: http://www.fim-live.com/

.


FIM e-Power Magny Cours : Himmelmann fa sul serio sua la pole con 3.7 secondi su Brannetti!

15 aprile 2011

.

 .

Il team Munch ha gettato la maschera solo nelle qualificazioni aggiudicandosi la pole con un tempo irraggiungibile per tutti gli altri dopo che nelle pre-qualificazioni della mattinata i livelli di distacco fra le squadre europee si confermavano irrisori e pressoché i medesimi delle prove di ieri.

La CRP ha accusato un ritardo pesante ben 3 secondi e 7 decimi mentre distaccato di oltre 22 secondi troviamo il debuttante spagnolo Marcellino Manzano alle prese ancora con lo svezzamento della sua nuova moto.

Secondo la FIM il segreto della squadra tedesca è nel dimagrimento di ben 10 kg del binomio Moto-Pilota infatti ricorderete la differenza di mole del centauro numero 49 con quella di tutti gli altri partecipanti. Interessante invece la moto spagnona del team LNG costruita completamente su un telaio in traliccio comprese anche le sospensioni anteriori e posteriori.

Nel pomeriggio alle 17.00 scatterà la gara e siamo certi che CRP e il suo pilota non molleranno il colpo e proveranno ad espugnare anche una gara a loro non congeniale come quella francese con grandi rettilinei e curve veloci.

Chissà se vedremo la rivincita del duello Himmelmann vs Brannetti della finale mondiale dello scorso anno?

.

Risultati qualifiche:

.1) 49 – Himmelmann Mathias – Munch Racing – GER – 1’58.106

2) 44 – Brannetti Alessandro – CRP Racing – ITA – 2’01.875 + 3.700

3) 7 – Manzano Marcelino – LNG Racing – SPA – . 2’29.250

Gallery by FIM:

.

.

sito ufficiale FIM e-Power: http://www.fim-live.com/


FIM e-Power Magny Cours : Himmelmann si aggiudica le prime qualifiche di un soffio su Brannetti!

15 aprile 2011
.

.
Con soli 3 iscritti e un anticipazione di 2 giorni rispetto alla data prestabilita sul calendario si sono svolte le prime prove e qualifiche del gp di Magny Cours FIM e-Power.
Le prime libere hanno visto Himmelmann su MUNCH TTE 2.0 dominare con 1.6 secondi di vantaggio su la eCrp 1.4 guidata da Brannetti nessun giro invece per “l’anonima” squadra spagnola LNG Racing. Nelle qualifiche invece c’è stata una lotta serrata sul filo del rasoio e hanno visto trionfare la squadra tedesca per soli 52 millesimi sull’italiana .
Non abbiamo informazioni sul nuovo team spagnolo LNG sappiamo solo che ha causa di un problema elettrico è stato costretto ai box per entrambe le prove.
.
Il team Munch per l’occasione ha sfoggiato la nuova livrea dello sponsor Schott solar mentre la CRP ha mostrato un look sempre più all’insegna di un verde radioattivo molto caratteristico ; ad eccezione di queste due squadre il resto dei competitors ha preferito non partecipare alla gara a causa dei problemi di budget fra cui da segnalare anche il team Betti Moto campione della prima edizione . A distanza di un anno ci si aspettava un miglioramento e non un peggioramento del numero delle moto in griglia.
.
Tempi delle Libere:
.
1) 49 – Himmelmann Mathias – Munch Racing Team GER 2:04.998
 
2) 44 – Brannetti Alessandro – CRP Racing Team  ITA 2:06.602 + 1.604
 
3) 7 – Manzano Marcelino LNG Racing  SPA – ND
.
Tempi delle Qualifiche:
.
1) 49 – Himmelmann Mathias – Munch Racing – GER – 2:01.778
 
2) 44 – Brannetti Alessandro – CRP Racing – ITA – 2:01.830 + 0.052
 
3) 7 – Manzano Marcelino – LNG Racing – SPA – ND.
.
Gallery by CRP-Racing: