Video la progettazione della Motoczysz con il programma SolidWorks!

22 aprile 2012
.
.
Questi sono due video davvero interessanti sulla progettazione 3D della Motoczysz vincitrice per due anni di seguito del TT nell’Isola di Man .
Particolare attenzione dei progettisti è stata la riduzione di peso della moto concentrata soprattutto sul forcellone posteriore .
.
Il primo video (con sottotitoli in italiano) riassume la storia della Motoczysz e gli obbiettivi raggiunti grazie a un gruppo di ragazzi part-time ingegneri che utilizzano il programma di calcolo e progettazione 3D SolidWorks:
.
.
Il secondo video in lingua italiana mostra la progettazione della Motoczysz 2011 vincitrice del TT e le funzioni del programma SolidWorks che hanno permesso l’individuazione delle aree su cui poter lavorare per la riduzione del peso della moto in particolare lavorando sul forcellone posteriore e le sospensioni e rendere il pacchetto più competitivo:
.
.
Gallery delle prime immagini del progetto Motoczysz 2012 sarà soprannominata ” The Devil of Electricity “ ( Diavolo dell’elettricità) ed avrà molte componenti in rosso per accogliere la sfida della Mugen Shinden ( Dio dell’Elettricità) di John McGuinness.
.
.
.
.
[Aggiornamento] = Curiosità * in una delle foto anticipate ,sul fondo è visibile un nuovo telaio con geometrie diverse; l‘ancoraggio al pacco batterie ( di colore rosso come le anticipazioni), posto molto vicino al canotto di sterzo, è molto ampio e ed è colleato al telaio sovrastante ,ques’ultimo pare aver fatto uno step indietro con uno schema più usuale ed ergonomico nell’integrazione con il pilota rispetto alla versione 2011.
.
.
.
.
Sito ufficiale Motoczysz: http://www.solidworks.com/
.
Sito ufficiale SolidWorks: http://www.motoczysz.com/
.
Annunci

TTXGP EU Assen : Video completo della gara.

20 novembre 2011

.

Race part. 1

.

Race part. 2

.

Dopo 3 mesi di attesa questo è il primo video completo di una gara pubblicato da TTXGP . La tappa olandese è stata dominata dalla Munch numero 49 di Himmelmann , seconda al fotofinish la Zongshen di Ho che sorpassa sul traguardo Jasper iwema (pilota professionista 125 gp) terzo e in crisi con le batterie , mentre ritirate entrambe le CRP per problemi ai motori.

.

sito ufficiale TTXGP :http://www.egrandprix.com/

.


TTXGP Karlskoga: Himmelmann e Munch imprendibili!

20 settembre 2011

.

.

La quarta tappa del TTXGP EU si è svolta sul circuito svedese di Karlskoga ed ha visto il facile successo della Munch numero 49, il terzo consecutivo su 4 gare finora disputate , i due restanti gradini del podio sono andati alle moto del team Zongshen mentre da segnalare il forfait della CRP che ha reso più agevolata la strada verso la vittoria al team tedesco .

La pioggia caduta durante le libere e al mattino prima della gara ha fatto sperare la Zongshen in un rimescolamento di carte dal punto di vista delle prestazioni infatti sul bagnato la Munch non mostrava lo strapotere mostrato sull‘asciutto ma allo start il sole primeggiava in griglia e l’asfalto presentava delle chiazze umide .

Cronaca della gara .

Allo start Himmelmann si conferma leader metre dietro di lui le posizioni sono invariate con la Zongshen di Ho molto vicina e gli altri che già faticano a restare con i primi. Himmelmann non rischia e Ho è sempre vicino invariate le posizioni di rincalzo. L’alfiere della moto numero 49 prende confidenza sul circuito svedese e al terzo giro fa segnare il crono record irranggiungibile per Ho che molla di fatto il colpo. Vittoria in solitaria di Himmelmann con oltre 20 secondi di vantaggio sul primo inseguitore Ho terza l’altra Zongshen di Tang Yu quarto Mikael Nilsson sulla Karlskoga Racing (Mavizen) quinta ed ultima sullo schieramento  la moto svedese del team Berix guidata da Peter Linden.

Conclusioni.

No CRP no party!

Terza vittoria consecutiva del team tedesco Munch su 4 finora disputate i numeri del dominio parlano chiaro ma in questa gara lo strapotere della squadra marchiata Schot solar si è amplificato a causa della mancanza del team italiano CRP-Racing e del suo alfiere Brannetti ; le stesse dichiarazioni di Himmelmann parlano chiaro : “Mi sono sentito solo in gara, e ‘una disfatta che CRP non poteva essere qui,  mi piacerebbe correre contro di loro, ma capisco che hanno problemi motori!”

*Chiarimento di CRP-racing in merito alle dichiarazioni post gara di Himmelmann:

Salve a tutti, giusto una precisazione ad onor del vero: CRP Racing non ha avuto alcun problema ai motori, semplicemente non ha proprio partecipato alla gara, ed era a più di 2000km dalla svezia. Avevamo anche in precedenza dichiarato che non avremmo partecipato alla Svezia, per diversi motivi, tra cui la totale inutilità dell’ennesima gara a migliaia di km di distanza dal nostro quartier generale, senza alcun feedback marketing e commerciale… E molti altri motivi…
Un campionato cosí organizzato non ha purtroppo alcun appeal per gli sponsor, quindi abbiamo preferito concentrarci su altri obiettivi, e sullo sviluppo della stradale che presenteremo ad EICMA il prossimo 8-13 Novembre.
Partecipiamo a Le Mans perchè crediamo al contrario che sia un evento mediatico importante, significativo e quindi imperdibile allo scopo di promuovere la conoscenza dei veicoli elettrici.
Vi aspettiamo a Milano, EICMA 8-13 Novembre 2011!

CRP Racing

Classifica al traguardo:

POS Nm. Pilota Team Totale Tempo Giri Rit. Miglior giro
1 49 Matthias Himmelman Muench 16:08.143 13 1:12.844
2 59 Ho Chi Fung Zongshen 16:32.177 13 24.034 1:14.142
3 26 Tang Yu Zongshen 16:26.935 12 1 lap 1:20.360
4 53 Mikael Nilsson Karlskoga 16:43.867 12 1 lap 1:21.345
5 93 Peter Linden Berix 17:03.414 12 1 lap 1:21.472

.

Gallery by TTXGP&Munch team

.

2 video amatoriali ad alta definizione:

1)

2)

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/

.


TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

15 settembre 2011

.

.

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz  ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning  è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit.

Gallery by David Herron & TTXGP

.

Video della Motoczysz al Miller Motorsport Park:

Onboard:

.

Lap 10:

.

Video Lightning al Miller Motorsport Park :

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/


TTXGP Assen : La Munch domina con due moto sul podio e le due CRP si ritirano!

2 settembre 2011

.

.

Il week end olandese era iniziato nel segno dei colori verde fluo della moto numero 44 di Alessandro Brannetti capace di aggiudicarsi libere e pole position con un giro record di 1.58.346  a -3 secondi dal precedente riferimento ; poi in gara tutto è cambiato in pochi istanti con entrambe le CRP costrette a ritirarsi per l’ennesimo problema ai motori Agni e il conseguente trionfo in solitaria della moto bianco azzurra di Himmelmann ,ormai a un passo dal titolo Europeo TTXGP .

Questi i partecipanti alla gara : CRP- Racing che ha schierato due moto per Brannetti e Battistini , il team Zongshen anch’esso con due moto , il team Agni con una moto e infine il team Munch con due moto la prima affidata al campione del mondo TTXGP Himmelmann mentre la seconda affidata al team olandese Gamma racing che ha schierato il pilota professionista del mondiale 125 cc.  Jasper Iwema .

Cronaca della Gara.

Scatta subito bene dalla pole position il “Branna” dietro di lui Himmelmann e un arrembante Iwema deciso a restare col gruppo dei primi pur con una moto datata e inferiore mentre la lotta per il quarto posto è tutta fra la moto cinese di Ho e la moto italiana di Battistini. Himmelmann passa Brannetti e prova a forzare segnado il nuovo giro record 1.58.342 per 4 millesimi superiore a quello fatto registrare dall’alfiere italiano in qualifica mentre la terza posizione è occupata solidamente da Iwema e la quarta vede prevalere il nostro centauro Battistini sul cinese Ho.  Al terzo giro si decide di fatto la gara con Brannetti costretto ad un dritto alla curva 16 causato dall’ennesima rottura di un motore Agni ed un Himmelmann solitario si invola verso la vittoria , guadagnano una posizione Iwema , Battistini e Ho. Un altro ennesimo ritiro causato da problemi ai motori per la CRP  che questa volta colpisce Battistini che così sfuma la possibilità di una lotta per un gradino del podio mentre invariate sono le posizione al vertice. Vittoria di Himmelmann mentre incredibilmente a pochi metri dal traguardo Ho supera Iweba a corto di batteria per la seconda posizione , quarta l’altra Zongshen di Yu e quinta la Agni di Nilsson.

Conclusioni.

Agni no comment!

I motori angloindiani con la loro scarsa affidabilità hanno condizionato l’intera stagione della CRP , a niente è valso il duro lavoro notturno dei tecnici modenesi per sostituire le spazzole ai brushed difettosi ; è ora anche in dubbio la loro relativa economicità viste le molteplici sostituzioni che si sono susseguite durante la stagione.

.

Classifica al traguardo:

Team
Pilota
moto   Pos.
 Rit.  Miglior .giro
Muench Racing Matthias Himmelmann 49 1 1.58.342
Zongshen Ho Chi Fung 59 2 27.538 2.05.556
Gamma Racing .. Jasper Iwema 53 3 27.778 2.00.354
Zongshen Tang Yu 26 4 1.00.177 2.09.252
Team Agni Mikael Nilsson 77 5 1.00.731 1.59.393
CRP Racing Alex Battistini 78 6 4 laps 2.05.890
CRP Racing Alessandro Brannetti 44 7 3 laps 2.00.685

Gallery

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/

.


TTXGP EU / e-Power Spa Francorchamps: Il team Munch torna dominatore con la nuova 2.0 e Brannetti è secondo!

15 luglio 2011
.
.
Il team Munch torna dominatore delle scene elettriche europee e lo fa grazie al debutto anticipato della sua nuova creatura TTE 2.0 assemblata in tempo record per la gara.
Il circuito leggendario di Spa Francorchamps è famoso per essere molto veloce e per questo è particolarmente adatto alle doti della TTE a scapito invece di quelle telaistiche della eCRP .
.
Cambia la rosa dei partecipanti : il team Zongshen(quinto nella finale mondiale) debutta nelle competizioni 2011 con 2 moto ( identiche nell’aspetto perché entrambi sono equipaggiate con motori Agni ma differiscono nella potenza delle batterie per l’ingresso alla Formula 75) , stesso discorso per il team Campus ma la moto invece apparentemente sembra identica a quella vista un anno fa , debutto assoluto nelle competizioni per il team Berix che ha elettrificato una CBR-600 con due motori brushed montati trasversalmente all’interno della moto , il resto della griglia è composto dalla nostra CRP-Racing seguita dal suo eterno rivale Munch team e dai team inglesi ARC EV e Agni Motors.
.
Cronaca della Gara.
Al palo autrice della pole parte la moto numero 49 di Matthias Himmelman seguita dalla sorprendente debuttante giapponese Zongshen numero 59 mentre terzo è il nostro Brannetti con la sua eCrp.
Partenza lampo per Mertens Stephane del team Campus Francorchamp che si issa in testa ,secondo Himmelmann e terza la numero 59 del team Zongshen mentre Brannetti alla prima curva è molto attardato e si trova in penultima posizione . La gloria del team Campus dura solamente mezzo giro, un guasto ad entrambe i motori Agni ,che hanno causato problemi alla squadra per tutto il week end, obbligano al ritiro Mertens, intanto nella posizione di testa si vede un arrembante Zongshen scrutata da molto vicino dalla moto numero 49 campione del mondo TTXGP , dietro inizia il recupero di Brannetti che si porta fino alla terza posizione.
Chi Fung Ho cede il passo prima ad Himmelmann e poi a Brannetti che incomincia ad inanellare giri interessanti ,quarta è la moto numero 77 del team Agni guidata da David Hallet mentre quinta a causa di un dritto al secondo giro ma prima della classe 75′ è la moto numero 48 del team ARC EV .
Al traguardo Himmelmann vince e Brannetti non molla il colpo con la seconda posizione , ottima la terza per il team Zongshen , quarta la Agni ufficiale di Hallet , quinta e prima della classe “Formula 75” la ARC EV di Welsh Richie mentre dopo il brutto incidente delle libere bagnate Tang Yu porta al secondo posto la sua Zongshen infine in ultima posizione la debuttante Berix .
.
Considerazioni.
.
Gli Agni perdono in entrambe le classi e ormai la rotture e i malfunzionamenti sono un male cronico per tutte le squadre che l’impiegano, ancora un ritiro causato dai brushed angloindiani stavolta è il team Campus che regista una doppia rottura in gara , inoltre al parco chiuso Brannetti ammette la gara in difesa imposta dai guai tecnici avuti in passato. Solo due moto in griglia non erano equipaggiate con i motori Agni o di tipologia brushed e sono risultate le vincitrici delle due classi e questo è un altro dato che fa riflettere.
.
Il team Munch dopo i problemi avuti a Silverstone è stato costretto in tempi record a far debuttare la nuova 2.0 che a detta dei tecnici è ancora incompleta e presenta dei problemi ai bassi regimi e 15 kg in più rispetto alla precedente versione ; seguiranno aggiornamenti al motore per fronteggiare queste problematiche . Nonostante i problemi in qualifica la nuova moto ha fatto registrare una velocità di punta prossima ai 215 km\h .
Munch TTE 2.0.
Osservando le foto si nota molto la somiglianza filosofica e anche costruttiva con la Mission R : con il motore spostato nella parte posteriore vicino alla sella del pilota dotato di contralbero basso a funzione portante, collegato alla parte anteriore tramite un telaio in traliccio che a sua volta avvolge il pacco batteria realizzato in carbonio . Il forcellone rimane monobraccio e gli schemi delle sospensioni sono molto simili a quelli adottati dalla moto americana .
.
Gallery Munch TTE 2.0 by Greenbugger.com :
.
Classifica al Traguardo :
.
1)- 49 – Himmelmann – Munch Racing – 0:12:27.726
2)- 44 – Brannetti – CRP Racing – 0:12:39.994
3) – 59 – Chi Fung – Zongshen – 0:12:45.047
4)- 77 – Hallet – Agni Motors – 0:13:01.197
TTX75 Classe —————————————-
5) – 48 – Welsh – ARC EV – 0:13:19.820
6) – 26 – Tang – Zongshen – 0:13:49.279
7) – 93 – Linden – Berix – 0:15:08.536
RIT – 47 – Mertens – Campus
.
Gallery by GreenBugger.com:
.
.
Gallery by Flickr Crp Group :
.
.
Video del giro Record di Himmelmann:
.
.
Video miglior giro in gara di Brannetti (da notare la scelta di una rapportatura molto lunga della CRP per fronteggiare la potenza della Munch).
.
.
sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/
.
sito ufficiale FIM e-Power : http://www.fim-live.com/
.
.

TTXGP EU Silverstone : Il Team CRP domina con una doppietta e la Munch va in fiamme!

15 luglio 2011

.

.

Si rinnova il copione visto nel FIM e-Power di Schleiz ma questa volta a parti invertite , mentre nel round tedesco era stata la CRP a ritirarsi per via di un incendio al motore ora è invece il team Munch a dover fare i conti con un problema tecnico alle batterie che ha causato anch’esso delle fiamme con conseguente ritiro e investigazione da parte dei commissari di gara .
.
Fra i partecipanti si rivede il team ufficiale Agni che ha affidato una moto all’inglese David Hallett ( nel 2009 condusse la Man TTX sull’isola di Man) , dal Giappone si schiera il team Prozza (che ha partecipato al TT Zero di quest’anno), a completare lo schieramento il team ARC EV con la sua nuova moto (unica a non essere equipaggiata da motori Agni) e infine la nostra CRP-racing che per l’occasione ha schierato due moto con Battistini ad affiancare il veterano Brannetti.
.
Cronaca Gara.
.
Con il team Munch ritirato nelle prime libere la CRP ha avuto una grande occasione che prontamente non ha sprecato.
Al via scattano bene il nuovo concorrente Battistini e Yoshihiro Kishimoto team Prozza mentre attardato il vicecampione del mondo Alessandro Brannetti che decide di conservare energie e studiare gli avversari. Al terzo giro cambiano gli ordini in vetta e si delinea quello che poi avverrà alla bandiera a scacchi con Brannetti che supera il suo compagno di squadra e comincia a girare 2 secondi più veloce rispetto agli altri, calo di potenza per Yoshihiro che è costretto a cedere la terza posizione a Hallett team Agni. Al quinto giro si registra il ritiro della moto numero 14 del team Prozza causato dall’ennesima rottura di un motore Agni . Al traguardo transita per primo Brannetti con 20 secondi di vantaggio sul suo compagno di squadra Battistini , terzo il team Agni mentre quarto a completare lo schieramento è il team ARC EV.
.
Questione Affidabilità!
Non sono solo i motori Agni ad essere sotto la lente di ingrandimento per via della scarsa affidabilità (ancora un caso di rottura in gara stavolta ai danni del team Prozza) ma anche le batterie . Il team Munch è dovuto rientrare in Germania al termine delle prime libere e di fatto rinunciare alla gara dopo che un incendio proveniente dal pacco batterie ha arrestato la moto a pochi metri dal box ; lo scorso anno ebbero un inconveniente simile durante lo svolgimento di una gara nell’e-Power ma senza effetti “pirotecnici” e forse la ragione di questi problemi proviene dalla scelta tipologica delle batterie impiegate ; infatti da un recente video diffuso proprio dalla squadra è stato possibile vedere che il pacco batterie è composto da celle cilindriche ( simili a quelle impiegate per uso domestico) le quali essendo in maggior numero rispetto ad esempio a quelle prismatiche aumentano di fatto la percentuale di un possibile malfunzionamento , le celle poi sono disposte a pochi millimetri l’una dall’altra per risparmiare spazio quindi se anche solamente una di loro fosse difettosa può coinvolgerne altre se non tutte come è probabilmente accaduto alla squadra bianco e azzurra.
.
Classifica al Traguardo:
.

1) – 44 – Brannetti – CRP-Racing

2) – 78 – Battistini- CRP-Racing

3) – 77 – Hallett – Agni Racing

4) – 48 – Welsh – Arc EV

Rit. – 14- Kishimoto – Prozza

.

Gallery by Flickr Crp Group :

Video Alessandro Brannetti lap record:

.

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/

.

.