Le prime immagini di John McGuinness in sella alla Mugen Shinden a Motegi.

22 marzo 2012
.
.
Come anticipato il 17 volte vincitore del TT John McGuinness ha effettuato il suo primo test sulla nuova moto elettrica giapponese Shinden.
Al termine dei test il quasi 40enne pilota Britannico si è detto molto soddisfatto della sua prima volta elettrica e di tutte le altre prime volte visto che sino ad ora non aveva mai girato a Motegi e visitato il quartier generale di Tokyo.
.
Per quanto riguarda le prestazioni e lo sviluppo della Shinden McGuinnes ha dichiarato che una volta prese le misure con il mezzo ci si dimentica facilmente che è elettrico , mentre il responsabile del team Mugen Satoshi Katsumata ha dichiarato di essere molto soddisfatto del test che è andato tutto bene nonostante le temperature proibitive infine sulla base dei dati raccolti la Shinden subirà aggiornamenti prima di debuttare in gara al SES TT Zero .
.
Gallery John McGuinness e la Shinden sul circuito di Motegi:
.
.
.
Questo è un video amatoriale in cui si vede la Mugen Shinden lanciata sul rettilineo di Motegi.
.
.
.
.
sito ufficiale IOMTT : http://www.iomtt.com/
.



La Honda fa sul serio : Correrà al TT Zero con il team Mugen e McGuinness!

4 marzo 2012
.
.
Pochi mesi fa al salone di Tokyo è stata presenta la Honda RC-E, prototipo di superbike elettrica dallo stile futuristico con spiccati riferimenti stilistici alle sportclassic di un tempo . Molti siti blasonati (fra cui anche l’italiano gpone.com) si sono avvicendati nel dare la notizia di un’imminente ingresso della casa Giapponese nelle competizioni a zero emissioni . A confermare questa tesi la scorsa settimana è giunta l‘iscrizione al TT Zero sull’Isola di Man dello storico team Mugen ,cui marchio ora è legato soprattutto alle elaborazioni delle 4 ruote dell’ala dorata.
Oggi a seguito di una video-intervista del 17 volte vincitore del TT John McGuinness ,nella quale il record man confessa la sua partecipazione al TT Zero ed un suo prossimo test in Giappone con un prototipo elettrico, è stata presentata la Mugen che correrà sul leggendario tracciato cittadino.
.
Video intervista John McGuinness:
.
.
Prime immagini e indiscrezioni sulla Mugen Shinden :
 .
La neonata Shinden ( dio dell’elettricità in giapponese) non è nemmeno lontana parente del prototipo RC-E lo si nota sin dal primo sguardo ed adotta soluzioni inedite come il motore portante “stile Ducati” ed altre già viste come l’ancoraggio del forcellone posteriore diretto al motore e l’utilizzo del carbonio nelle parti telaistiche.
Le caratteristiche tecniche non sono complete e definitive : il motore è un DC trifase brushless capace di erogare 90 kw120 cv con una coppia di 220 Nm , il peso è di 260 kg , il telaio è un doppio trave in carbonio collegato direttamente al blocco motore in alluminio che a sua volta fa da fulcro al forcellone posteriore in carbonio, delle batterie si conosce solo il voltaggio 370 V o più a seconda del settaggio.
Sulla carta le elettriche americane, vincitrici delle precedenti edizioni del TT Zero , vantano caratteristiche tecniche superiori rispetto alla nuova giapponese lo si nota raffrontando ad esempio le potenze e il peso ( e forse è questo il motivo per il quale Honda non ha voluto conferire il suo marchio alla moto) ma può vantare un fattore P molto rilevante ; infatti sarà l’attuale pilota più veloce all’Isola di Man a condurla.
.
Video delle prime prove su pista della Mugen:
.
.
.
.
Gallery della Shiden :
.
.
.
Dati Tecnici
Nome: (SHINDEN)
Lunghezza / larghezza / altezza (mm): 2125/680/1, 130
Passo (mm): 1.485
Altezza libera dal suolo (mm): 130
Altezza sella (mm): 840
Peso a vuoto (kg): 260
Angolo di incidenza: 23 °
Pneumatico (anteriore): 120/70ZR17M/C (58W)
Pneumatico (posteriore): 200/55ZR17M/C (78W)
Telaio: Doppio Trave CFRP
Tipo di motore: trifase brushless DC
Potenza  90 kW – 120 hp
Torque (N-m [kgf-m]): 220 [22,4]
Batteria: Lithium-ion Battery
Batteria di uscita (V): 370 o più
.
.
.

Il team Munch avvia il leasing della TTE campione del mondo 2011!

5 dicembre 2011
.
.
Il team tedesco campione del mondo TTXGP 2010-2011 ha deciso di mettere a disposizione la Munch TTE 2.0 a team o appassionati privati.
Ogni moto è frutto di oltre 600 ore di lavoro e vanta componentistiche di primo livello  fra le quali un motore sincrono trifase da 80 kw – 107 cv di picco a 12700 giri/min e coppia strabiliante di 470 Nm.
La squadra è in grado di supportare un numero massimo di 9 moto per stagione comprese di assistenza in pista, aggiornamenti e set up ; di seguito la scheda tecnica della TTE 2.0:
.
Scheda Tecnica
Motore = Sincrono Trifase
Potenza = Max 80 kw a 350 v
Coppia = 470 Nm a 12700 giri/min
Batterie = 320 v nominale / 40 ah
Acquisizione dati = AIM Memotec
telaio= Munch prototipo (traliccio + motore portante in alluminio)
peso = 210 kg
Velocità massima = 240 km/h ( a seconda del set up in pista)
.
Gallery del team Munch al Motorshow di Essen:
.
.
Video televisivi tedeschi sul team Munch:
.
.
.
.
.
sito Munch TTE 2.0 : http://www.muench-production-racer.com
.
sito ufficiale Munch team: http://www.muenchmotorbikes.com
.

FIM e-Power : Il Video riassunto della stagione 2011!

1 dicembre 2011

.

.

Questo è un video riassunto della stagione FIM e-Power 2011 con tutte le gare e le interviste ai protagonisti.

.

.

sito ufficiale FIM e-Power : http://www.fim-live.com/

.


TTXGP EU Assen : Video completo della gara.

20 novembre 2011

.

Race part. 1

.

Race part. 2

.

Dopo 3 mesi di attesa questo è il primo video completo di una gara pubblicato da TTXGP . La tappa olandese è stata dominata dalla Munch numero 49 di Himmelmann , seconda al fotofinish la Zongshen di Ho che sorpassa sul traguardo Jasper iwema (pilota professionista 125 gp) terzo e in crisi con le batterie , mentre ritirate entrambe le CRP per problemi ai motori.

.

sito ufficiale TTXGP :http://www.egrandprix.com/

.


TTXGP Anglesey : Himmelmann e la Munch campioni del mondo!

19 ottobre 2011

.

.

Quest’anno il suggestivo circuito inglese di Anglesey ha ospitato la finale mondiale TTXGP , dominata per il secondo anno consecutivo dal team tedesco Munch e dal suo ormai veterano pilota Matthias Himmelmann, a oltre 40 secondi di distacco si è classificato secondo il cinese Chi  fung Ho con la sua Zongshen infine ad un ulteriore gap 40 secondi rispetto alla moto asiatica si è classificata terza la ARC EV di Richie Welsh.

Bellissimo il circuito di Anglesey situato sull‘omonima isola che si affaccia sull’oceano creando uno scenario unico, non altrettanto unica invece la griglia dei partecipanti con solo quattro moto al via.

Cronaca della Gara:

Dalla casella numero 1 parte in pole la Munch numero 49 di Himmelmann autore di uno strabiliante 1.39.311 tempo equiparabile alle prestazioni di una 600 cc , secondo a 3 secondi c’è Ho con la Zongshen , terzo Richie Welsh su ARC EV e quarto a completare lo schieramento David Hallet su Mavizen. Parte subito bene Himmelmann che preannuncia un dominio , dietro la Zongshen di Ho si vede tallonare dalla ARC EV di Welsh mentre il fanalino di coda spetta ad Hallet. Himmelmann gira 3-4 secondi al giro più veloce rispetto al suo primo rivale Ho su Zongshen che a sua volta distacca la ARC EV e la Mavizen. La superiorità della Munch è imbarazzante anche su un circuito lento e stretto che non esalta le prestazioni della moto tedesca ed Himmelmann taglia il traguardo con 40 secondi di vantaggio da Ho secondo e 84 sul terzo Richie Welsh e un giro da Hallet.

Conclusioni&Curiosità:

Questa è veramente una finale mondiale?

La Finale mondiale è stata spostata nel giro di pochi giorni dal circuito spagnolo di Albacete, come previsto da calendario stilato in collaborazione con FIM, al circuito di Anglesey senza l’appoggio della federazione internazionale e senza nessuna motivazione o giustificazione  salvo alcune affermazioni riguardo la ricerca di un tracciato capace di equivalere le prestazioni delle moto equipaggiate da motori a spazzole a quelle con motori brusheless. I risultati di questa cattiva gestione sono scrutabili  solo raffrontando i numeri ; con 4 moto partenti contro le 8 del 2010, imparagonabile anche lo spettacolo offerto dal duello Himmelmann Vs Brannetti avvenuto lo scorso anno con la fuga solitaria di Himmelmann di questa edizione infine per il secondo anno consecutivo si è mancato l’obbiettivo principale della finale mondiale, quello di concentrare le moto elettriche più competitive al mondo in un‘unica gara, visto che le moto made in USA ,attualmente le più competitive, non hanno partecipato alla competizione.

Il nuovo Motore Agni è pronto ma la dogana lo ferma!

Per la finale mondiale la casa motoristica angloindiana aveva pronta un’arma segreta con il debutto anticipato del nuovo motore, frutto di un anno di sviluppo ma causa di ritardi burocratici accorsi alla dogana i tecnici non hanno potuto provare il nuovo componente nelle libere e quindi si è scelto di non rischiare il debutto in gara e rimandare tutto al prossimo anno.

Classifica al Traguardo.

1) Matthias Himmelman – Munch team – 15:16.621
2) Ho Chi Fung –  Zongshen team + 40.162 s
3) Richie Welsh –  Arc EV  team   + 83.769
4) David Hallet – Mavizen TTX02  +1 lap

.

Gallery by TTXGP:

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/


TTXGP\e-Power Le Mans : Himmelmann vince gara e titoli !

10 ottobre 2011

.

.

L’ultima gara dei campionati TTXGP EU ed e-Power si è svolta in combinata sul teatro francese di Le Mans in concomitanza alla famosa 24 ore ed ha visto di nuovo trionfare la Munch numero 49 di Himmelmann autore di un week end perfetto con pole , giro veloce e vittoria di gara e campionati con oltre 34 secondi sul suo primo inseguitore alfiere della casa di Modena CRP-racing Alessandro Brannetti , a completare il podio la Zongshen di Ho.

Per questo ultimo evento la CRP ha schierato ben 3 moto con Alex Battistini e Sheila Moreda che hanno affiancato il campione europeo 2010 Alessandro Brannetti ma nonostante lo sforzo del team italiano la griglia non ha vantato numeri da capogiro con solo 6 partenti al via!

Cronaca della gara:

Parte bene il capolista detentore della pole Himmelmann lo stesso non si può dire per Brannetti superato prima da Ho e poi dal suo compagno di squadra Battistini. Himmelmann prova subito ad imporre il suo ritmo ma Brannetti riesce a rimanergli dietro sfruttando al massimo il tratto misto della pista  i due così accumulano già considerevoli distacchi sul gruppo degli inseguitori capeggiati da Ho su Zongshen e Battistini. Himmelmann segna il giro record di 1.54.584 e Brannetti è costretto a tirare i remi in barca girando a quasi 3 secondi dal capolista mentre dietro sono invariate le posizioni con Ho terzo e Battistini quarto. Himmelmann vince in solitaria con oltre 34 secondi su Brannetti e si aggiudica anche i campionati piloti e costruttori delle serie TTXGP EU ed e-Power secondo l’italiano Brannetti che non ha potuto far nulla per colmare il gap in termini di velocità di punta nei confronti della Munch , Terza la Zongshen di Ho , a seguire in ordine Battistini quarto,quinta Moreda e sesto Tang Yu.

Conclusioni :

Himmelmann e Munch il duro lavoro paga!

La squadra tedesca ha mostrato una netta superiorità ed ha ampiamente meritato i titoli, anche quando le cose non giravano per il verso giusto nel corso della stagione con i due svarioni  di Magny CoursSilverstone sono stati sempre capaci di rimediare e dominare nel round successivo alzando l‘asticella della competitività a livelli irranggiungibili per gli avversari. Le dichiarazioni di Himmelmann a fine gara coronano tutto: ” Semplicemente perfetto” e ancora ” Una vittoria di Squadra io ho dato il massimo e anche loro” !

Gallery by FIM:

Ps Team Pilota Moto Tempo
Gr
km/h Migliore
1 Munch Racing Matthias Himmelmann Munch TTE 0:15:32.15 8 129.30 1:54.584
2 CRP Racing Alessandro Branetti eCRP 0:16:06.49 8 124.70 1:57.625
3 Zongshen Ho Chi Fung  Zongshen 0:16:18.01 8 123.23 1:59.917
4 CRP Racing Alex Batistini eCRP 0:16:52.12 8 119.08 2:02.528
5 CRP Racing Shelina Moreda eCRP 0:17:03.15 8 117.80 2:06.930
6 Zongshen Tang Yu Zongshen 0:17:14.63 8 116.49 2:07.468

.

Video della Gara By FIM:

.

Video della splendida Munch al banco:

.

Risultati Le Mans .pdf by FIM : PdfResults

Risultati Campionato .pdf by FIM : PdfResults

.

sito ufficiale FIM e-Power : http://www.fim-live.com/

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/