Moto elettriche? Performanti, ecologiche e da oggi anche convenienti.

28 febbraio 2013

2012-brammo-empulse-r-confused-troy-47

.

Da anni ormai si fa un gran parlare di nuove tecnologie , risparmio e rispetto dell’ambiente ; da oggi tutto questo è possibile ma pochi lo sanno, grazie all’estro e l’impegno di piccole case, unito al sistema d‘incentivi messo in atto dalle istituzioni e compagnie assicurative.

Abbiamo parlato dei modelli di moto elettriche che entreranno in commercio quest’anno ed i cambiamenti che potrebbero generare alla mobilità ; un automobilista/motociclista italiano in media compie circa 60 km al giorno , moto come Brammo , Zero motorcycles e la nostra CRP hanno autonomie in alcuni casi anche doppie all’esigenza media. Se l’autonomia , soprattutto in città può bastare ed avanzare e non costituisce un serio problema , il prezzo iniziale ,maggiore rispetto alle cugine a benzina, può essere un ostacolo ma i costi totali di un veicolo non dipendo esclusivamente da quest’ultimo fattore . L’esiguo costo di una ricarica completa (circa 2 € ) unito agli ecoincentivi ,sgravi fiscali ,assicurativi , mobilità ed accesso agevolate (le moto elettriche possono accedere gratis alle ZTL ,godono in molte città della sosta e ricarica gratuita) e manutenzione del mezzo fortemente ridotta ,possono ribaltare la situazione in pochi anni rendendo le moto elettriche più convenienti rispetto a qualsiasi altro mezzo in circolazione. Ecco nel dettaglio come ;

Le moto elettriche sono più convenienti, basta aspettare un po’!

In Italia gli incentivi statali 2013 prevedono un bonus per chiunque acquisti mezzi elettrici fino a 5.000 € , la manutenzione delle moto elettriche , esclusa quella ordinaria comune a tutti i veicoli , è praticamente inesistente , basti pensare che un motore elettrico può durare milioni di km con efficienza al 95% .

Le aziende leader nel settore come Brammo e Zero Motorcycles hanno dotato le loro moto elettriche di sistemi diagnostici capaci di rilevare le eventuali anomalie e trasmetterle direttamente alla sede centrale , niente più meccanico quindi .

Scordatevi pure del meccanico ci penseranno una penna USB o un App sul vostro smartphone.

brammoJumpDrivezero-motorcycle-mobile-application-01

(foto della chiave usb brammo e l’app della Zero motorcycles che fornisce la diagnostica in  tempo reale sul proprio smartphone con possibilità di modificare molti parametri.)

 Leassicurazioni per moto elettriche sono molto più vantaggiose rispetto a quelle dei classici ciclomotori a benzina. Infatti il premio RCA di una moto elettrica ha un costo inferiore del 50%. Tale riduzione viene automaticamente applicata rivolgendosi direttamente alla compagnia assicurativa scelta, alla quale va semplicemente presentata copia del libretto della moto elettrica. A regolamentare questa agevolazione è un decreto legislativo degli anni ’90 che ha avuto però effettiva applicazione soltanto a partire dall’anno 2002.

.

 Foto by motorcycle.com 

 

Annunci

Grazie a tutti buon 2013 elettrico!

30 dicembre 2012

Me ultimo electric 2013

Il rapporto annuale delle visite al blog.

Nonostante un maggiore impegno di Motoelettricheblog verso i social network Facebook e Twitter per la divulgazione di notizie, le visite sono aumentate (+1000) .

Tutto il mondo ci segue , qui i risultati:

Statistiche visite anno 2012.

Grazie e buon anno elettrico a tutti!

.


In linea la nuova Gallery con oltre 1800 foto!

19 settembre 2012

.

Immagine

.

Da poche ore motoelettricheblog ha inaugurato la nuova gallery che raccoglie oltre 1800 immagini di tutti i team del circus elettrico a due ruote e le proposte commerciali più interessanti!

Visita anche tu la nuova gallery basterà cliccare sull’apposito pulsante “Gallery” sulla barra di controllo oppure visitandoci sulla pagina facebook .

.
Twitter : @motoelettriche

Skype : motoelettriche

Facebook :  http://www.facebook.com/motoelettricheblog

.

.


Video la progettazione della Motoczysz con il programma SolidWorks!

22 aprile 2012
.
.
Questi sono due video davvero interessanti sulla progettazione 3D della Motoczysz vincitrice per due anni di seguito del TT nell’Isola di Man .
Particolare attenzione dei progettisti è stata la riduzione di peso della moto concentrata soprattutto sul forcellone posteriore .
.
Il primo video (con sottotitoli in italiano) riassume la storia della Motoczysz e gli obbiettivi raggiunti grazie a un gruppo di ragazzi part-time ingegneri che utilizzano il programma di calcolo e progettazione 3D SolidWorks:
.
.
Il secondo video in lingua italiana mostra la progettazione della Motoczysz 2011 vincitrice del TT e le funzioni del programma SolidWorks che hanno permesso l’individuazione delle aree su cui poter lavorare per la riduzione del peso della moto in particolare lavorando sul forcellone posteriore e le sospensioni e rendere il pacchetto più competitivo:
.
.
Gallery delle prime immagini del progetto Motoczysz 2012 sarà soprannominata ” The Devil of Electricity “ ( Diavolo dell’elettricità) ed avrà molte componenti in rosso per accogliere la sfida della Mugen Shinden ( Dio dell’Elettricità) di John McGuinness.
.
.
.
.
[Aggiornamento] = Curiosità * in una delle foto anticipate ,sul fondo è visibile un nuovo telaio con geometrie diverse; l‘ancoraggio al pacco batterie ( di colore rosso come le anticipazioni), posto molto vicino al canotto di sterzo, è molto ampio e ed è colleato al telaio sovrastante ,ques’ultimo pare aver fatto uno step indietro con uno schema più usuale ed ergonomico nell’integrazione con il pilota rispetto alla versione 2011.
.
.
.
.
Sito ufficiale Motoczysz: http://www.solidworks.com/
.
Sito ufficiale SolidWorks: http://www.motoczysz.com/
.

TTXGP USA Miller : La Motoczysz domina il week end ma la Brammo vince il campionato!

15 settembre 2011

.

.

L’ultima tappa del campionato nazionale americano TTXGP ha visto tutte le big a stelle e strisce concorrere sul Circuito del Miller Motorsport Park (eccezion fatta per la Mission Motors assente)e spiccare il dominio della Motoczysz; dietro di lei si sono classificate con ritardi rilevanti in ordine l’ormai eterna seconda Lightning e terza la Brammo che grazie al podio si aggiudica anche la serie.

Le novità in gara non sono mancate : la Motoczysz  ha fatto il suo primo debutto in pista con alla guida un pilota professionista come il veterano Shane Turpin , la Lightning  è riuscita finalmente a far scendere in pista la seconda moto apparentemente identica alla prima ma con un diverso pacco batteria limitato a 7.5 kWh per rientrare nella categoria TTX75 mentre la Brammo ha confermato l’aggiornamento introdotto dall’appuntamento di Laguna Seca con un potenziamento del suo pacco batteria portato a oltre 13 kWh.

Conclusioni.

Le prestazioni della Motoczysz non hanno lasciato spiragli di fiducia agli avversari sin dalle prime libere il dominio è stato schiacciane sue infatti le libere , la Pole , la vittoria e il giro veloce ; i tempi di Shane Turpin attorno al 1.36 alto hanno battuto gli stessi fatti registrare dalle 600 cc. durante il week end segno di un‘incredibile competitività che sicuramente avrà lasciato qualche rimpianto al Boss Michael Czysz ripensando alla gara di Laguna Seca dove peccando di superbia ha ritardato il debutto di un pilota professionista sulla EPC1 risultando secondo al traguardo dietro alla Mission R che aveva già affrontato questa scelta.                                                                      La Lightning torna in pista dopo il record di velocità segnato sul lago salato di Bonneville orfana del suo pilota Barnes sostituito da Tim Hunt e fa debuttare proprio all’ultimo appuntamento la seconda moto riservata alla categoria TTX75 riconoscibile per una livrea completamente Black con ottimi riscontri dal punto di vista delle prestazioni visto il sorpasso con disinvoltura effettuato sul rettilineo ai danni della Brammo (vedi il video sottostante) .                                 La Brammo Empulse RR guidata da Stave Atlas è la nuova regina del campionato TTXGP USA pur avendo delle prestazioni inferiori rispetto a moto come la Motoczysz la sua costanza di partecipazione alle gare ha pagato nei punteggi finali mentre seconda in classifica si conferma ancora una volta la Moto Electra di Thad Wolff che pur essendo costruita completamente con pezzi commerciali era in lizza per la vittoria finale sino a quest‘ultimo appuntamento.

Classifica al traguardo:

Num.     Pilota                    team                      giro record

1)       Shane Turpin              Motoczysz           1:31.533
2)       Tim Hunt                   Lightning             1:39.604
3)       Steve Atlas                 Brammo              1:42.331
4)       Thad Wolff                  MotoElectra       1:45.472
5)       Ely Schless                  ProtoMoto          1:58.375
6)       Ted Rich                     Lightning            Rit.

Gallery by David Herron & TTXGP

.

Video della Motoczysz al Miller Motorsport Park:

Onboard:

.

Lap 10:

.

Video Lightning al Miller Motorsport Park :

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/


TTXGP USA Infineon Raceway : Mission Motors e Lightning danno forfait e la Brammo vince stabilendo il nuovo record del tracciato!

28 maggio 2011
.

.
Doveva essere un week end eccezionale per il motorsport elettrico invece i ritiri last-minute di squadre fondamentali ha fatto desertificare la griglia di partenza e lo spettacolo.
La Brammo finalmente ha portato al debutto la sua Empulse RR  riuscendo a vince stabilendo anche il nuovo giro record del tracciano in  1:55.15, a 1 secondo e 7 decimi da quello stabilito lo scorso anno dal team ZeroAgni con 1:56.9 ;  il crono non rappresenta un limite invalicabile visto che a ogni nuova apparizione sugli stessi circuiti le moto elettriche dimostrano di aumentare le prestazioni in modo più marcato ma forse la Brammo ha deciso di non rischiare e non sfruttare tutto il suo potenziale considerando soprattutto che i maggiori avversari non erano in competizione infatti il giro più veloce in gara è stato 1:57.875 quasi un secondo più lento dal più veloce fatto segnare da Shawn Higbee un anno fa .
Thad Wolff con la sua rinnovata Electra arriva secondo a 25 secondi dalla vetta non male per una moto costruita interamente con componenti commerciali ,dopo di lui solo altre due moto appartenenti alla categoria Formula 75 con Kenyon Kluge team Volt a completare il podio e Ely Schless team Proto Moto quarto e ultimo dello schieramento .
 .
Conclusioni&Riflessioni
.
La Empulse RR dimostra di essere una moto molto sviluppata e prestazionale anche se manca di quella potenza mostrata da moto come la Lightning o la swigz.com e forse una futura integrazione del sistema IET potrebbe essere la scelta giusta per ovviare a questo gap.
Il team Electra dimostra che si può ancora stare vicino ai primi con una moto costruita in casa mentre invece è rimandata la nuova categoria Formula 75 pensata per moto meno prestazionali che è riuscita ad accogliere solo due concorrenti.
Confrontando il numero delle moto partecipanti lo scorso anno e lo spettacolo offerto, 10 moto partenti e il duello ZeroAgni vs Lightning contro 4 moto e la Brammo in fuga solitaria, si nota la crisi perlopiù dovuta a problemi gestionali del motorsport elettrico e questa volta è accaduto anche nella serie più “mediatica” TTXGP .
Da campionati relativamente giovani ma ricchi di contenuti tecnici innovativi si aspettavano maggiori incentivi e soprattutto, per i primi anni di gestazione ,una priorità di scelte gestionali improntate più verso la ricerca di quantità che qualità, invece le scelte prese quest’anno sembrano essere andate in un’altra direzione e questa ipotesi trova conferma in una recente dichiarazione della FIM  in occasione della gara di Magny Cours.
Anche i media americani , inizialmente scettici su questi argomenti, recentemente stanno sollevando dei dubbi , del resto i risultati sono sotto gli occhi di tutti ; le squadre su cui si punta cioè quelle con maggiore appealprestazione tardano a debuttare e continuano il trend negativo di rimandare le partecipazioni all’ultimo secondo demandando il compito di portare avanti” il carro” ai team più umili e per questo mal gestiti .
I due campionati TTXGP ed e-Power hanno preso coscienza forse troppo tardi delle problematiche ma c’è sempre tempo per rimediare; infatti il prossimo appuntamento a Laguna Seca sarà il primo in comune fra le serie ,valido sia per il campionato TTXGP USA che per il FIM e-Power .Seguiranno poi Donington Park e Le Mans per il TTXGP EU e FIM e-Power .
 .
 

Classifica al traguardo:
1) 58 – Steve Atlas – Brammo -17:44.506
2) 37 –  Thad Wolff – team moto Electra- 18:10.075
3) 19 – Kenyon Kluge – team Volt – 20:03.778
4)18  – Ely Schless – team Pro Moto – 1 giro
.
Gallery by MotoUsa & Asphalt&Rubber:
.
.
Video by MotoUsa:
.
.
Video giro record della Brammo Empulse RR:
.
.
Video giro team Electra :
.

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/

.