Moto elettriche? Performanti, ecologiche e da oggi anche convenienti.

28 febbraio 2013

2012-brammo-empulse-r-confused-troy-47

.

Da anni ormai si fa un gran parlare di nuove tecnologie , risparmio e rispetto dell’ambiente ; da oggi tutto questo è possibile ma pochi lo sanno, grazie all’estro e l’impegno di piccole case, unito al sistema d‘incentivi messo in atto dalle istituzioni e compagnie assicurative.

Abbiamo parlato dei modelli di moto elettriche che entreranno in commercio quest’anno ed i cambiamenti che potrebbero generare alla mobilità ; un automobilista/motociclista italiano in media compie circa 60 km al giorno , moto come Brammo , Zero motorcycles e la nostra CRP hanno autonomie in alcuni casi anche doppie all’esigenza media. Se l’autonomia , soprattutto in città può bastare ed avanzare e non costituisce un serio problema , il prezzo iniziale ,maggiore rispetto alle cugine a benzina, può essere un ostacolo ma i costi totali di un veicolo non dipendo esclusivamente da quest’ultimo fattore . L’esiguo costo di una ricarica completa (circa 2 € ) unito agli ecoincentivi ,sgravi fiscali ,assicurativi , mobilità ed accesso agevolate (le moto elettriche possono accedere gratis alle ZTL ,godono in molte città della sosta e ricarica gratuita) e manutenzione del mezzo fortemente ridotta ,possono ribaltare la situazione in pochi anni rendendo le moto elettriche più convenienti rispetto a qualsiasi altro mezzo in circolazione. Ecco nel dettaglio come ;

Le moto elettriche sono più convenienti, basta aspettare un po’!

In Italia gli incentivi statali 2013 prevedono un bonus per chiunque acquisti mezzi elettrici fino a 5.000 € , la manutenzione delle moto elettriche , esclusa quella ordinaria comune a tutti i veicoli , è praticamente inesistente , basti pensare che un motore elettrico può durare milioni di km con efficienza al 95% .

Le aziende leader nel settore come Brammo e Zero Motorcycles hanno dotato le loro moto elettriche di sistemi diagnostici capaci di rilevare le eventuali anomalie e trasmetterle direttamente alla sede centrale , niente più meccanico quindi .

Scordatevi pure del meccanico ci penseranno una penna USB o un App sul vostro smartphone.

brammoJumpDrivezero-motorcycle-mobile-application-01

(foto della chiave usb brammo e l’app della Zero motorcycles che fornisce la diagnostica in  tempo reale sul proprio smartphone con possibilità di modificare molti parametri.)

 Leassicurazioni per moto elettriche sono molto più vantaggiose rispetto a quelle dei classici ciclomotori a benzina. Infatti il premio RCA di una moto elettrica ha un costo inferiore del 50%. Tale riduzione viene automaticamente applicata rivolgendosi direttamente alla compagnia assicurativa scelta, alla quale va semplicemente presentata copia del libretto della moto elettrica. A regolamentare questa agevolazione è un decreto legislativo degli anni ’90 che ha avuto però effettiva applicazione soltanto a partire dall’anno 2002.

.

 Foto by motorcycle.com 

 


Grazie a tutti buon 2013 elettrico!

30 dicembre 2012

Me ultimo electric 2013

Il rapporto annuale delle visite al blog.

Nonostante un maggiore impegno di Motoelettricheblog verso i social network Facebook e Twitter per la divulgazione di notizie, le visite sono aumentate (+1000) .

Tutto il mondo ci segue , qui i risultati:

Statistiche visite anno 2012.

Grazie e buon anno elettrico a tutti!

.


In linea la nuova Gallery con oltre 1800 foto!

19 settembre 2012

.

Immagine

.

Da poche ore motoelettricheblog ha inaugurato la nuova gallery che raccoglie oltre 1800 immagini di tutti i team del circus elettrico a due ruote e le proposte commerciali più interessanti!

Visita anche tu la nuova gallery basterà cliccare sull’apposito pulsante “Gallery” sulla barra di controllo oppure visitandoci sulla pagina facebook .

.
Twitter : @motoelettriche

Skype : motoelettriche

Facebook :  http://www.facebook.com/motoelettricheblog

.

.


Il team Munch avvia il leasing della TTE campione del mondo 2011!

5 dicembre 2011
.
.
Il team tedesco campione del mondo TTXGP 2010-2011 ha deciso di mettere a disposizione la Munch TTE 2.0 a team o appassionati privati.
Ogni moto è frutto di oltre 600 ore di lavoro e vanta componentistiche di primo livello  fra le quali un motore sincrono trifase da 80 kw – 107 cv di picco a 12700 giri/min e coppia strabiliante di 470 Nm.
La squadra è in grado di supportare un numero massimo di 9 moto per stagione comprese di assistenza in pista, aggiornamenti e set up ; di seguito la scheda tecnica della TTE 2.0:
.
Scheda Tecnica
Motore = Sincrono Trifase
Potenza = Max 80 kw a 350 v
Coppia = 470 Nm a 12700 giri/min
Batterie = 320 v nominale / 40 ah
Acquisizione dati = AIM Memotec
telaio= Munch prototipo (traliccio + motore portante in alluminio)
peso = 210 kg
Velocità massima = 240 km/h ( a seconda del set up in pista)
.
Gallery del team Munch al Motorshow di Essen:
.
.
Video televisivi tedeschi sul team Munch:
.
.
.
.
.
sito Munch TTE 2.0 : http://www.muench-production-racer.com
.
sito ufficiale Munch team: http://www.muenchmotorbikes.com
.

TTXGP EU Assen : Video completo della gara.

20 novembre 2011

.

Race part. 1

.

Race part. 2

.

Dopo 3 mesi di attesa questo è il primo video completo di una gara pubblicato da TTXGP . La tappa olandese è stata dominata dalla Munch numero 49 di Himmelmann , seconda al fotofinish la Zongshen di Ho che sorpassa sul traguardo Jasper iwema (pilota professionista 125 gp) terzo e in crisi con le batterie , mentre ritirate entrambe le CRP per problemi ai motori.

.

sito ufficiale TTXGP :http://www.egrandprix.com/

.


TTXGP Anglesey : Himmelmann e la Munch campioni del mondo!

19 ottobre 2011

.

.

Quest’anno il suggestivo circuito inglese di Anglesey ha ospitato la finale mondiale TTXGP , dominata per il secondo anno consecutivo dal team tedesco Munch e dal suo ormai veterano pilota Matthias Himmelmann, a oltre 40 secondi di distacco si è classificato secondo il cinese Chi  fung Ho con la sua Zongshen infine ad un ulteriore gap 40 secondi rispetto alla moto asiatica si è classificata terza la ARC EV di Richie Welsh.

Bellissimo il circuito di Anglesey situato sull‘omonima isola che si affaccia sull’oceano creando uno scenario unico, non altrettanto unica invece la griglia dei partecipanti con solo quattro moto al via.

Cronaca della Gara:

Dalla casella numero 1 parte in pole la Munch numero 49 di Himmelmann autore di uno strabiliante 1.39.311 tempo equiparabile alle prestazioni di una 600 cc , secondo a 3 secondi c’è Ho con la Zongshen , terzo Richie Welsh su ARC EV e quarto a completare lo schieramento David Hallet su Mavizen. Parte subito bene Himmelmann che preannuncia un dominio , dietro la Zongshen di Ho si vede tallonare dalla ARC EV di Welsh mentre il fanalino di coda spetta ad Hallet. Himmelmann gira 3-4 secondi al giro più veloce rispetto al suo primo rivale Ho su Zongshen che a sua volta distacca la ARC EV e la Mavizen. La superiorità della Munch è imbarazzante anche su un circuito lento e stretto che non esalta le prestazioni della moto tedesca ed Himmelmann taglia il traguardo con 40 secondi di vantaggio da Ho secondo e 84 sul terzo Richie Welsh e un giro da Hallet.

Conclusioni&Curiosità:

Questa è veramente una finale mondiale?

La Finale mondiale è stata spostata nel giro di pochi giorni dal circuito spagnolo di Albacete, come previsto da calendario stilato in collaborazione con FIM, al circuito di Anglesey senza l’appoggio della federazione internazionale e senza nessuna motivazione o giustificazione  salvo alcune affermazioni riguardo la ricerca di un tracciato capace di equivalere le prestazioni delle moto equipaggiate da motori a spazzole a quelle con motori brusheless. I risultati di questa cattiva gestione sono scrutabili  solo raffrontando i numeri ; con 4 moto partenti contro le 8 del 2010, imparagonabile anche lo spettacolo offerto dal duello Himmelmann Vs Brannetti avvenuto lo scorso anno con la fuga solitaria di Himmelmann di questa edizione infine per il secondo anno consecutivo si è mancato l’obbiettivo principale della finale mondiale, quello di concentrare le moto elettriche più competitive al mondo in un‘unica gara, visto che le moto made in USA ,attualmente le più competitive, non hanno partecipato alla competizione.

Il nuovo Motore Agni è pronto ma la dogana lo ferma!

Per la finale mondiale la casa motoristica angloindiana aveva pronta un’arma segreta con il debutto anticipato del nuovo motore, frutto di un anno di sviluppo ma causa di ritardi burocratici accorsi alla dogana i tecnici non hanno potuto provare il nuovo componente nelle libere e quindi si è scelto di non rischiare il debutto in gara e rimandare tutto al prossimo anno.

Classifica al Traguardo.

1) Matthias Himmelman – Munch team – 15:16.621
2) Ho Chi Fung –  Zongshen team + 40.162 s
3) Richie Welsh –  Arc EV  team   + 83.769
4) David Hallet – Mavizen TTX02  +1 lap

.

Gallery by TTXGP:

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/


TTXGP Karlskoga: Himmelmann e Munch imprendibili!

20 settembre 2011

.

.

La quarta tappa del TTXGP EU si è svolta sul circuito svedese di Karlskoga ed ha visto il facile successo della Munch numero 49, il terzo consecutivo su 4 gare finora disputate , i due restanti gradini del podio sono andati alle moto del team Zongshen mentre da segnalare il forfait della CRP che ha reso più agevolata la strada verso la vittoria al team tedesco .

La pioggia caduta durante le libere e al mattino prima della gara ha fatto sperare la Zongshen in un rimescolamento di carte dal punto di vista delle prestazioni infatti sul bagnato la Munch non mostrava lo strapotere mostrato sull‘asciutto ma allo start il sole primeggiava in griglia e l’asfalto presentava delle chiazze umide .

Cronaca della gara .

Allo start Himmelmann si conferma leader metre dietro di lui le posizioni sono invariate con la Zongshen di Ho molto vicina e gli altri che già faticano a restare con i primi. Himmelmann non rischia e Ho è sempre vicino invariate le posizioni di rincalzo. L’alfiere della moto numero 49 prende confidenza sul circuito svedese e al terzo giro fa segnare il crono record irranggiungibile per Ho che molla di fatto il colpo. Vittoria in solitaria di Himmelmann con oltre 20 secondi di vantaggio sul primo inseguitore Ho terza l’altra Zongshen di Tang Yu quarto Mikael Nilsson sulla Karlskoga Racing (Mavizen) quinta ed ultima sullo schieramento  la moto svedese del team Berix guidata da Peter Linden.

Conclusioni.

No CRP no party!

Terza vittoria consecutiva del team tedesco Munch su 4 finora disputate i numeri del dominio parlano chiaro ma in questa gara lo strapotere della squadra marchiata Schot solar si è amplificato a causa della mancanza del team italiano CRP-Racing e del suo alfiere Brannetti ; le stesse dichiarazioni di Himmelmann parlano chiaro : “Mi sono sentito solo in gara, e ‘una disfatta che CRP non poteva essere qui,  mi piacerebbe correre contro di loro, ma capisco che hanno problemi motori!”

*Chiarimento di CRP-racing in merito alle dichiarazioni post gara di Himmelmann:

Salve a tutti, giusto una precisazione ad onor del vero: CRP Racing non ha avuto alcun problema ai motori, semplicemente non ha proprio partecipato alla gara, ed era a più di 2000km dalla svezia. Avevamo anche in precedenza dichiarato che non avremmo partecipato alla Svezia, per diversi motivi, tra cui la totale inutilità dell’ennesima gara a migliaia di km di distanza dal nostro quartier generale, senza alcun feedback marketing e commerciale… E molti altri motivi…
Un campionato cosí organizzato non ha purtroppo alcun appeal per gli sponsor, quindi abbiamo preferito concentrarci su altri obiettivi, e sullo sviluppo della stradale che presenteremo ad EICMA il prossimo 8-13 Novembre.
Partecipiamo a Le Mans perchè crediamo al contrario che sia un evento mediatico importante, significativo e quindi imperdibile allo scopo di promuovere la conoscenza dei veicoli elettrici.
Vi aspettiamo a Milano, EICMA 8-13 Novembre 2011!

CRP Racing

Classifica al traguardo:

POS Nm. Pilota Team Totale Tempo Giri Rit. Miglior giro
1 49 Matthias Himmelman Muench 16:08.143 13 1:12.844
2 59 Ho Chi Fung Zongshen 16:32.177 13 24.034 1:14.142
3 26 Tang Yu Zongshen 16:26.935 12 1 lap 1:20.360
4 53 Mikael Nilsson Karlskoga 16:43.867 12 1 lap 1:21.345
5 93 Peter Linden Berix 17:03.414 12 1 lap 1:21.472

.

Gallery by TTXGP&Munch team

.

2 video amatoriali ad alta definizione:

1)

2)

.

sito ufficiale TTXGP:http://www.egrandprix.com/

.